Euro in risalita

venerdì, 21.12.2012

Euro

L’euro ha guadagnato 30 punti nella prima parte della sessione Europea di Giovedi. La coppia EUR / USD ha visto una discesa di 80 punti verso la fine della seduta di Mercoledì, subito dopo l’uscita delle brutte notizie sui colloqui riguardanti il fiscal cliff negli Stati Uniti insieme ad alcune osservazioni del ministro delle Finanze Greco che hanno fatto abbassare le azioni.

Ci sono anche indicazioni che nel 2013 ci sarà la possibilità che la Grecia fuoriesca dalla zona Euro per l’aumento di popolarità delle fazioni di estrema sinistra nel governo Greco, le quali sono contro le misure di austerità. La coppia EUR / USD ha chiuso a 1,3225 circa, dopo che i commenti del ministro delle finanze Greco sono state pubblicate.

A partire da Giovedi c’è stato un lieve guadagno per tutta la sessione giornaliera. La notizia della Germania che riduce le sue emissioni di debito nel 2013 a € 250 Miliardi ha fatto salire la moneta unica verso 1,3250 contro il Dollaro.

USD

L’USD, che è sempre considerato come un rifugio sicuro, ha subito delle perdite Mercoledì e Giovedì dopo l’uscita dei dati sul clima d’affari in Germania, che sono stati molto più positivi di quanto ci aspettassimo. Queste cifre senza dubbio hanno incoraggiato gli investitori a spostare i propri fondi verso attività ad alto rendimento. La coppia GBP / USD è salita più di 30 pip in tutto la mattina il Giovedi per raggiungere il picco di 1,6297, prima di una tendenza al ribasso che ha portato la coppia a 1,6280 per tutta la durata della sessione pomeridiana. In opposizione al franco Svizzero, il Dollaro è sceso di 35 pip per essere scambiato a 0,9086. Alla fine della sessione Europea, la coppia USD / CHF é stabile a 0,9099.

Allo stato attuale si prevede che le notizie degli Stati Uniti possono avere un notevole effetto sulle coppie che comprendono lo USD. Gli investitori e gli operatori dovranno prestare molta attenzione alle “Stime sulla disoccupazione”, che saranno seguite dalle ‘Vendite di abitazioni esistenti” e dall’”Indice manifatturiero Philly Fed’.

Petrolio

I prezzi del greggio sono calati dopo le notizie sullo stallo del fiscal cliff negli Stati Uniti.
I prezzi del greggio è diminuito subito dopo i colloqui tra i responsabili politici degli Stati Uniti e leader in USA “fiscale scogliera” affare stallo Giovedi.

A mezzogiorno in Europa, il greggio di riferimento è sceso di 10 centesimi a 89,88 Dollari al barile nel trading elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il contratto era salito Mercoledì a 1,58 Dollari, il più alto aumento dei prezzi in unico giorno in un mese.

I colloqui tra il Presidente Americano Obama e il Presidente Repubblicano della Camera Boehner hanno condizionato la risposta del mercato nelle ultime settimane. Tuttavia, Mercoledì è emerso che l’accordo per evitare il presunto “fiscal cliff” per quanto riguarda i tagli alla spesa e gli aumenti fiscali automatici previsti per l’inizio del prossimo annosono ancora in alto mare.

Se un accordo non viene raggiunto allora centinaia di miliardi di dollari USA in tagli di spesa e aumenti fiscali che potranno entrare in vigore finiranno invece per gettare l’economia americana in recessione. Ciò significa minore domanda di petrolio greggio e di altre fonti di energia.

 

 

 

 

 


Approfitta di un grandioso rimborso del 15% per le Opzioni out of the money offerto da Anyoption - l’attuale leader del mercato delle Opzioni Binarie!
Su Anyoption puoi scambiare in maniera sicura, usufruendo delle migliori condizioni. Questo broker ti tratterà al meglio e ti offrirà un sacco di vantaggi con la sua piattaforma di trading e le opzioni innovative che non puoi trovare da nessun altro broker.


>>Inizia oggi stesso a fare trading con il leader del mercato – Iscriviti a Anyoption! <<