Analisi Tecnica: I Migliori Indicatori

Se avete già letto alcuni dei miei articoli, potreste aver già sentito parlare di analisi tecnica. Più che sui dati fondamentali, i tecnici fanno affidamento sui grafici; con l’analisi tecnica è tutta una questione di azione e range dei prezzi. Detto ciò, si fa molto affidamento sugli indicatori offerti sui siti di grafici, o dovunque prendiate i vostri grafici. Parlo di indicatori come MACD, MACD-Istogramma, Bande di Bollinger, Onde di Elliot, ADX, etc… Questi strumenti vi aiuteranno a tentare di decifrare la direzione che potrebbe aver assunto il prezzo di un asset sottostante. Parleremo qui di alcuni degli indicatori basilari che potrete utilizzare per aiutarvi a mettere in moto la vostra carriera tecnica. Parlerò delle basi perché sono la chiave per il futuro, dopodiché potrete passare a indicatori più complicati et similia.
Per prima cosa, parleremo del più semplice e ampiamente utilizzato indicatore tecnico: il MACD.

MACD

MACD sta per moving average convergence/divergence (convergenza/divergenza della media mobile), ed è usato come indicatore per seguire il trend. Vi aiuterà a identificare il trend e determinare la sua forza. Un grafico MACD ha due linee che sembrano muoversi insieme, la linea MACD e la linea di segnale. Quando la prima incrocia sopra la seconda si ha un segnale d’acquisto, viceversa se incrocia sotto si ha un segnale di vendita. È anche importante notare che il grafico su cui è proiettato il MACD contiene un livello “zero”; se il MACD cade sotto lo zero, si ha un ribaltamento del momentum. È, invece, vero il contrario per una risalita di MACD sulla linea dello zero.

Medie Mobili

Le Medie Mobili sono il secondo strumento più usato dai tecnici. Questo oscillatore mostra al trader dov’è il momentum, oltre alle aree di possibile supporto e resistenza e all’attuale forza del trend. Le medie mobili più popolari sono quelle a 50 e 200 giorni. Queste 2 medie rappresentano cambiamenti a lungo termine nel trend: intendo dire che, se la media mobile a 50 giorni si trova sotto quella a 20 giorni, significa che c’è stato un trend ribassista sul lungo periodo. Al contrario, se la media a 50 giorni si trova sopra a quella a 200, il trend a lungo termine è di tipo rialzista. A seconda del vostro orizzonte temporale, potete cambiare il valore delle medie mobili e portarlo a segnali maggiormente orientati sul breve termine.
Avrete ora un’idea di base di cosa sia il MACD e le medie mobili. Padroneggiare questi concetti vi aiuterà ad incrementare i vostri guadagni e a far avanzare la vostra carriera nel trading. Mentre questi sono considerati indicatori, vi parlerò ora di due segnali molto importanti: supporto e resistenza.

Supporto

Il supporto è un livello sul grafico che rappresenta il livello sotto cui il titolo ha storicamente incontrato difficoltà ad andare. In parole povere, è un livello che nel tempo ha evitato che il prezzo continuasse a scendere. Sapere dove si colloca il supporto su di un grafico è essenziale: può infatti aiutarvi a piazzare trade migliori e darvi un’idea su dove piazzare gli ordini di stop. Se un prezzo cade sotto il livello di supporto possono succedere due cose: o il titolo si riporta immediatamente al di sopra, confermando il supporto, o continua a cadere, rendendo il precedente supporto, almeno in teoria, un livello di resistenza.

Resistenza

La resistenza è il contrario del supporto. La zona di resistenza è un livello che in passato il titolo ha avuto difficoltà a superare, nonostante il trend positivo. Un altro modo di descrivere la resistenza è un livello su cui i venditori iniziano a superare in numero i compratori. Ad ogni modo, sapere dove si trovano le aree di resistenza può rappresentare un’ottima opportunità di trading. Ad esempo, se un titolo tocca una resistenza valida sul lungo periodo, potrebbe essere il momento perfetto per vendere. Non è sempre cosi semplice, ma gli indicatori possono aiutarvi a tracciare il quadro complessivo.

In realtà, ci sono molti indicatori tra cui scegliere. Alcuni sono ottimi, altri no; siete voi a dover scegliere quali vadano bene per la vostra strategia di trading. Qualsiasi sia la vostra strategia, è necessario che capiate le basi che vi ho indicato in questo articolo. Il MACD, le medie mobili, supporti e resistenze sono le fondamenta da consolidare prima di scalare indicatori e segnali più complessi.


Inizia subito a scambiare le opzioni binarie sul mercato italiano: ottieni un guadagno netto su ogni operazione fino all’85%, con un investimento minimo di soli 5€!
Banc de Swiss è uno dei broker più popolari sul mercato italiano e dispone di un eccellente servizio clienti. Potrai partecipare con un deposito minimo di 100 € e avrai la possibilità di operare con le opzioni binarie in azioni, valute, materie prime e indici.


>>>> Inizia subito a scambiare con Banc de Swiss! <<